L’Onorevole Rita Levi-Montalcini riceve la Palma d’Oro per la Pace

Venerdì 1 Luglio 2011, a Roma, l’Onorevole Rita Levi-Montalcini ha ricevuto la Palma d’Oro per la Pace, di Assisi, riconoscimento donato ad esponenti delle Istituzioni e della società civile, che si sono impegnati, nell’arco della loro vita, al rispetto dei principi della “cultura di pace”.

L’Osservatorio per il Monitoraggio della Pace e della Sicurezza Territoriale, in sinergia con la Fondazione di Studi Tonioliani, nelle persone della Prof.ssa Catia Eliana Gentilucci, del Prof. Giorgio Cegna e del Dott. Marco Ginanneschi, hanno consegnato la Palma d’Oro, presso l’abitazione romana della Senatrice a Vita.

Rita Levi-Montalcini, ricevendo la Palma d’Oro, si è impegnata ad essere testimone di “cultura di pace”, assieme ad altri eminenti esponenti internazionali, tra cui Papa Benedetto XVI, il Primo Ministro Maltese, Lawrence Gonzi, il Gen. C. A. Giuseppe Valotto, l’Amm. Rinaldo Veri, il fisico nucleare Fulvio Frisone, il musicista Cliff Richards e l’artista Massimo Ranieri.

Rita Levi-Montalcini sostiene che la ricchezza interiore va condivisa con gli altri, altrimenti non varrebbe la pena possederla. Nel campo della Scienza si è impegnata per migliorare l’esistenza del genere umano. Oggi, con la Fondazione da lei diretta, sta operando per migliorare le condizioni di vita dei bambini e delle donne d’Africa.

Rita Levi-Montalcini afferma che: “Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bisogna uscire da quella zona grigia dove tutto è abitudine e rassegnazione passiva e dove la società diventa malvagia. Bisogna coltivare sopratutto nei giovani il coraggio a ribellarsi”.